Toner Lexmark Rigenerati: Praticità e Convenienza a Buon Prezzo

A seconda del modello, i toner per stampanti possono costare anche di più della stampante stessa. In generale, rispetto a marche altrettanto blasonate come HP e Samsung, i toner della Lexmark hanno un rapporto qualità/prezzo migliore, offrendo una maggiore quantità di inchiostro per un prezzo più contenuto. Esiste, tuttavia, un ulteriore accorgimento che permette di risparmiare qualcosa di più.

La Rigerazione: Di Cosa si Tratta?

toner lexmark rigeneratiLa rigenerazione dei toner Lexmark avviene conservando l’involucro del toner e riempiendolo nuovamente con inchiostro compatibile. E’ possibile “rigenerare” una cartuccia o un toner con inchiostro nero o inchiostri colorati (ciano, giallo e magenta). Alcune cartucce Lexmark dei modelli a getto d’inchiostro sono in quadricromia ed è pertanto necessario adoperare siano il nero che i colori. Alcuni produttori come Samsung hanno cercato di rendere impossibile la rigenerazione di alcuni loro toner con dei sensori di “autenticità” ma per fortuna Lexmark non ha mai ammesso questa pratica. In fondo il marchio Lexmark è storico nel settore delle stampanti ed è lecito aspettarsi che sia comunque attento alle necessità di risparmio dei propri clienti.

Una Soluzione davvero Ottima

Con la rigenerazionesi si può risparmiare fino al 60% rispetto all’acquisto di nuovi componenti originali ed è una tecnica piuttosto vantaggiosa. Davvero un bel risparmio, che si traduce in un maggior numero di pagine stampabili con la stessa somma di denaro. L’inchiostro utilizzato è comunque di alta qualità e garantisce una bella resa, in tutto e per tutto identica a quella dell’inchiostro originale. Non si nota proprio nessuna differenza prima e dopo la rigenerazione.

Unica nota negativa, che tuttavia capita piuttosto raramente: talvolta il sensore del toner che segna il livello dell’inchiostro potrebbe incepparsi e segnare come vuoto una cartuccia completamente rigenerata. Questo accadeva principalmente con i vecchi modelli ed ora capita molto di rado, soprattutto negli ultimi modelli della Lexmark.

Un Occhio all’Ambiente

C’è anche un altro punto a favore della rigenerazione delle cartucce ed è tutto a favore dell’ambiente. Infatti rimpiendo l’involucro del toner con inchiostro ogni volta, la cartuccia può essere riutilizzata per un paio di altre volte prima di essere inservibile e di venire quindi, a sua volta, riciclata. Infatti il contenitore del toner è comunque soggetto ad usura e va sostituito dopo due o tre rigenerazioni. Va detto che, rispetto ad altri marchi del settore, i toner della Lexmark durano un po’ di più e possono essere riempiti anche tre o quattro volte. Inoltre le parti più fragili dell’involucro, soggette ad usura e alla polvere, possono essere sostituite assieme alla rigenerazione, garantendo una maggiore longevità e un bel risparmio.

Maggiori info su: www.offertecartucce.com/toner/lexmark

 

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *