Comprendere ed utilizzare l’analisi tecnica

Il Forex Market e l’analisi tecnica

Quando si fa trading online, dopo un primo periodo di pratica, di comprensione dei meccanismi e di utilizzo delle differenti tecniche e strategie, ogni trader si chiede come poter migliorare i propri profitti.

Naturalmente, a seconda del livello e del tipo di trading che si conduce, sono possibili diverse risposte a questa domanda, ma probabilmente il mezzo che maggiormente permette di svolgere un trading più fruttuoso è quello dellanalisi tecnica. Di che si tratta?

Si tratta di un mezzo che permette di prevedere quali siano gli andamenti futuri di determinati assets e, quindi, di poter effettuare operazioni di trading in base a queste informazioni.
Per effettuare un’analisi tecnica non ci vuole la sfera di cristallo, perché non si tratta di indovinare il futuro, ma di effettuare uno studio approfondito sui dati storici del mercato, sui prezzi e sui volumi e cercare, tramite l’interpretazione di tali dati, di comprendere come possano evolvere tali parametri.

Storia, matematica e statistica si uniscono quindi per cercare di interpretare il mercato e comprenderne l’andamento futuro. In quest’ottica, l’analisi tecnica risulta un mezzo di trading molto potente, ma allo stesso tempo, prima di utilizzarlo si dovrebbe avere la certezza della professionalità e della competenza degli analisti.
L'analisi tecnica nella storia

L’analisi tecnica nella storia

Nonostante sia molto utilizzata nel Forex, l’analisi tecnica non è uno strumento di recente nascita, ma è conosciuto nelle borse ed in economia già dalla fine dell’Ottocento. Il suo inventore è stato l’economista Charles Dow che aveva teorizzato come gli andamenti dei prezzi fossero guidati da diverse forza all’interno del mercato, ossia forza politiche, economiche e sociali.

Queste forze permettono di creare dei trend, ossia degli andamenti, che possono essere facilmente identificati semplicemente realizzando dei grafici che permettono di visualizzare l’andamento dei mercati stessi.

Costruendo dei grafici nel modo corretto, ossia considerando il giusto intervallo di tempo, si possono quindi visualizzare andamenti ed oscillazioni del mercato e strutturare il proprio trading in base a tali informazioni. Naturalmente, quanti più dati si hanno a disposizione per definire il trend, tanto più esso può essere indicativo dell’andamento di un tale asset. Tuttavia, bisogna sempre ricordare che, trattandosi di mercati volatili, tutte le tecniche previsionali sono solo indicazioni e mai certezze su quanto possa realmente avvenire.

Vantaggi e svantaggi dell’analisi tecnica

Come si può facilmente comprendere, l’analisi tecnica ha un importante vantaggio e cioè che può essere molto semplice da interpretare, se si sanno leggere nel modo corretto i grafici degli andamenti dei prezzi.

A seconda del tipo di trading che si intende svolgere, sia esso a breve, medio o lungo termine, cambieranno i dati che si devono utilizzare per la lettura del grafico, ma non le modalità di lettura stesse, che prevedono sempre l’identificazione di un determinato trend e l’eventuale variazione dello stesso.

Tuttavia, nonostante la semplicità e la relativa immediatezza di utilizzo, l’analisi tecnica presenta anche dei difetti, in primis quello di non poter prevedere in nessun modo un evento inatteso, che, proprio perché inatteso non può viene previsto nella formulazione degli andamenti storici dei dati.

PG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *